Cessione del Quinto anche per Protestati e Cattivi Pagatori
Cessione Quinto INPS

Cessione Quinto INPS

Pensionati INPS: come richiedere la cessione quinto a condizioni agevolate

La cessione quinto INPS: per tutti i pensionati INPS il credito al consumo è facile e veloce

Tutti i pensionati INPS hanno possibilità di ottenre liquidità monetaria per le spese quotidiane tramite il prestito cessione quinto INPS.

Con la riforma della normativa che regolarizza le cessioni del quinto (finanziaria 2005) anche i pensionati possono accedere a questa forma di prestito. In particolare hanno diritto a richiedere un prestito tramite cessione quinto tutti i soggetti che godono di una pensione di anzianità, vecchiaia o di reversibilità, e inoltre, rispettando alcune restrizioni anche chi gode di pensioni o assegni di invalidità o inabilità.

Per quanto riguarda le pensioni INPS di anzianità si ricorda che generalmente l'età massima entro la quale viene erogato credito tramite cessione del quinto è intorno agli 80 anni. Nello specifico ha una grande incidenza la durata in mesi del prestito (che può variare come sempre tra i 36 e i 120 mesi) e l'incidenza sulla rata del costo dell'assicurazione vita che aumenta notevolmente all'aumentare dell'età del richiedente (è sempre obbligatorio stipulare una polizza sul rischio vita a tutela dei familiari ed eredi e come ulteroire garanzia per l'istituto erogante).

La rata è fissa ed è pari ad un massimo di un quinto della somma di tutte le pensioni INPS percepite (anzianità, vecchiaia o invalidità).

Cessione quinto INPS: liquidità facile e veloce per pensionatiLa quota cedibile di pensione corrisponde all'ammontare della rata, che rimarrà fissa per tutta la durata del prestito. La rata è pari come sempre ad un massimo di un quinto della pensione percepita.

Per il calcolo del quinto nel caso dei pensionati non vengono considerati eventuali altri redditi a sostegno della pensione, mentre vanno a sommarsi tutti le retribuzioni nette derivanti da pensioni percepite dall'ente di previdenza nazionale INPS (anzianità, vecchiaia, reversibilità e invalidità).

Sono escluse dal calcolo del quinto e non valide ai fini della richiesta gli assegni sociali, le pensioni di invalidità civile e invalidità per un periodo inferiore a sei anni.

Quali sono le agevolazioni per pensionati INPS che richiedano una cessione del quinto?

I pensionati INPS possono accedere ad un prestito tramitte cessione del quinto a tassi agevolati, e con un iter notevolmente semplificato.

Il tasso agevolato rispetto a qualsiasi altra tipologia di prestito è conseguenza di un accordo fra l'ente INPS e gli istituti finanziari che pertanto hanno una sicura garanzia nell'erogazione del credito.

Qual'è la procedura da seguire per richiedere una cessione quinto INPS

Come anticipato i passaggi da seguire per richiedere un prestito tramite cessione del quinto per soggetti che godono di pensione INPS è semplice e veloce.

Non sono necessarie garanzie nè fidejussioni ed inoltre non è richiesto che venga specificata la finalità in quanto la cessione quinto INPS è un prestito non finalizzato.

Questi sono i passaggi da seguire per i tutti i pensionati INPS:

  1. Calcolo di uno o più preventivi per verificare l'eventuale ammontare della rata (ti ricordiamo che puoi compilare uno dei moduli di contatto presenti a lato destro o in fondo alla pagina oppure alla sezione dedicata ai preventivi per ricevere una consulenza gratuita e senza impegno);
  2. Richiesta del certificato di comunicazione di cedibilità all'ente di previdenza (INPS) che attesti che l'importo della pensione minima pari a 467 euro nel 2011 non venga compromesso e calcoli la rata massima sostenibile dal pensionato.
  3. Attenta verifica delle condizioni preventivate e stipula del contratto con la finanziaria.
  4. Al momento della stipula del contratto di cessione quinto per pensionati INPS è necessario allegare anche una copia dell'ultimo CUD, una copia del Modello OBIS M, il certificato di comunicazione di cedibilità precedentemente richiesto, l'ultimo cedolino pensione INPS, un documento di identità valido e il codice fiscale.
  5. La Banca o Finanziaria notifica all'INPS il contratto di prestito e l'INPS verifica alcune condizioni di ammisibilità: - la banca o finanziaria deve disporre dei requisiti previsti dalla normativa vigente (articolo 13 bis, comma 1, della Legge 14 maggio 2005, n. 80); - il tasso effettivo globale (TAEG), ovvero il tasso comprensivo di tutte le spese accessorie, deve essere inferiore al "tasso soglia anti-usura"; - la rata prevista deve essere pari massimo ad un quinto della pensione INPS percepita; - nel contratto devono essere indicate tutte le spese (istruttoria, estinzione anticipata, polizza assicurativa vita, TAN e TAEG).
  6. Una volta che il contratto è stato approvato, dalla mensilità successiva l'ente previdenziale INPS porvvederà a trattenere dalla pensione la quota fissata della rata (il quinto) per rimborsare la finanziaria
  7. Il credito verrà liquidato in un tempo medio compreso fra i 10 e i 20 giorni tramite assegno o bonifico bancario.

Garanzie e assicurazioni per l'erogazione del credito

La cessione quinto INPS è un prestito non finalizzato definito come sicuro, che le banche e gli istituti di credito erogano con una certa facilità se si risponde ai requisiti richiesti.

  • Ciò significa che per avere accesso al credito il richiedente non necessità di nessun garante o fidejussione: è l'ente pensionistico INPS in questo caso che garantisce per il soggetto.
  • Oltre alla garanzia offerta dell'ente pensionistico è necessario però stipulare una polizza sul rischio di premorienza in modo da tutelare i familiari ed eredi del pensionato in questa eventualità. Gli eredi non dovranno fare fronte al pagamento del prestito e sarà l'assicurazione a restituirlo senza diritto di rivalsa.
Consulenza su cessione del quinto in 24 ore

Valuta gratuitamente e senza impegno le migliori proposte di cessione quinto INPS

Compila il modulo e un consulente specializzato ti consiglierà sulle soluzioni più convenienti in base alle tue necessità in tempi brevissimi.


Agevolazioni INPS             

agevolazioni cessione quinto INPS
  • Con la cessione quinto INPS tutti i pensionati INPS possono accedere ad un prestito tramite cessione del quinto a tassi agevolati (generalmente intorno al 4,5%).
  • Possono accedere tutti i pensionati anche con un passato di cattivo pagatore e iscritti a banche dati creditizie (CRIFF, CTC, Experian).
  • L'iter di richiesta è notevolmente semplificato e l'unico documento da richiedere all'ente è la comunicazione di quota cedibile: una certificazione che attesta l'importo massimo della rata (che al netto delle tasse non deve intaccare la pensione minima di 467,42 euro).
  • La rata è fissa ed è pari ad un quinto del reddito pensionistico percepito (vengono conteggiate tutti i tipi di pensioni percepite purchè erogate dallo stesso ente).

DOCUMENTI NECESSARI            

documenti per richiedere una cessione quinto INPS

La cessione quinto INPS presenta numerosi vantaggi anche per la semplicità e la rapidità con qui il prestito può essere erogato.

Per richiedere un prestito tramite cessione del quinto un pensionato INPS deve esclusivamente richiedere all'ente il certificato di comunicazione di quota cedibile che attesti l'importo massimo raggiungibile dalla rata.

I nostri consulenti possono seguire questa pratica per te in modo da semplificare ulteriormente la richiesta.

L'ulteriore documentazione richiesta è semplicemente:

  • l'ultimo cedolino della pensione;
  • un documento di identità valido;
  • il codice fiscale.

IMPORTI MASSIMI             

Importo massimo erogabile cessione quinto INPS

Come nelle altre tipologie di cessione del quinto, anche per i pensionati INPS le somme massime erogabili tramite cessione quinto sono variabili in funzione del reddito mensile percepito derivante da pensione INPS e dalla durata del prestito, e quindi dall'età del richiedente.

Generalmente si può arrivare ad un massimo di circa 70.000 euro, ma per assicurarsi della cifra esatta che è possibile richiedere consigliamo di richiedere alcuni preventivi.

Compilando i moduli di contatto sul nostro sito è possibile richiedere una consulenza gratuita e senza impegno e ottenere risposte precise per il vostro caso specifico.

Vuoi saperne di più?
Compila il modulo di "Contatto veloce" qui sotto
e verrai ricontattato per una consulenza gratuita e senza impegno.